ACLI Baden-Württemberg
ACLI Baden-Württemberg

ACLI Germania

Le ACLI (Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani) sono nate nel 1944/45 come movimento cristiano laico nella Chiesa. Qui lavoratori, gente semplice e cristiani si sono riuniti per testimoniare la loro fede e per vivere una solidarietà concreta nel mondo del lavoro e della società.


Come espresso nella formulazione storica della "triplice fedeltà alla chiesa, al lavoro e alla democrazia", la fede e il mondo del lavoro sono i cardini della nostra azione.


Il rafforzamento della persona, della famiglia e della comunità, lo sviluppo e la promozione di forme autodeterminate di organizzazione della società civile, l'impegno per la libertà e la giustizia e la testimonianza evangelica costituiscono il centro della missione del nostro movimento, al quale appartengono oggi circa 980.000 persone.


Le ACLI sono presenti in 18 paesi su quattro continenti
Attraverso la migrazione lavorativa italiana, le ACLI e i suoi membri si sono confrontati con ambienti di lavoro e società molto diverse negli ultimi 50 anni, soprattutto in Europa e nelle Americhe. Se oggi siamo presenti in 18 paesi di 4 continenti, questo internazionalismo vissuto si deve in modo speciale all'esperienza della migrazione.


Anche in Germania i bisogni dei migranti italiani nelle varie fasi storiche degli ultimi 35 anni sono un punto di riferimento costante per il nostro lavoro, che si schiera con i più deboli e gli esclusi della società. L'educazione politica e religiosa, la promozione della partecipazione dei migranti (italiani) alla vita sociale e politica in Germania e la difesa dei loro diritti sono quindi i principali obiettivi del movimento così come i suoi centri di consulenza sociale (Patronato ACLI) e il suo ente di formazione professionale ENAIP.

Satzung der ACLI Deutschland
(PDF Download - in italienischer Sprache)

Download
Statuto Acli Germania.pdf
PDF-Dokument [69.8 KB]

La storia delle ACLI Germania

Le ACLI in Germania sono nate nel 1956 in seguito all’esperienza dei Servizi, iniziata, nel 1956 a Stoccarda. proseguita nel 1959 a Colonia con il Patronato e nel 1964 con l’ENAIP Germania.

Nel 1966 sono nati i primi circoli ACLI, la cui presenza, si è estesa su tutto il territorio federale. Il primo Congresso delle ACLI Germania si é tenuto nel 1975 e, già da quel momento, si è cominciato a realizzare un processo di forte partecipazione nella società civile locale. 

Sempre più partecipi della vita della società tedesca
Le ACLI sono nate con l’emigrazione, inizialmente per dare una risposta ai complessi problemi con cui si sono dovuti confrontare i nostri primi emigrati. Poi si sono sviluppate come frutto dell’animazione culturale e sociale prodotta dagli italiani che volevano essere sempre più partecipi della vita della società tedesca. I problemi nacquero per la mancanza, nella prima emigrazione, di una vera cultura e pratica dell’associazionismo, che allora veniva visto solo come luogo di assistenza e risposta ai bisogni.

Numerose sono state le iniziative e le battaglie che hanno visto protagonisti gli aclisti insieme con le altre forze sociali. Tra le altre le lotte per il diritto al voto comunale, per gli assegni famigliari, per il diritto d’asilo, per il ricongiungimento familiare.

Da tempo le ACLI hanno avviato un processo di ripensamento che le sta portando ad essere un Movimento che ricerca e assume un nuovo ruolo nella nuova realtà.

Affrontare i problemi e le tematiche della realtà locale
Un Movimento che non può basarsi più sul vecchio concetto di emigrazione, ma che riesca a leggere le istanze della società attuale e cerca di dare le risposte adatte. Un ”partner” che, insieme ai soggetti dell’associazionismo tedesco, affronta i problemi e le tematiche della realtà locale. Nello sviluppo dell’iniziativa collegata al processo di rigenerazione e al tempo stesso al naturale evolversi delle politiche del Movimento, si è ampliato il quadro delle collaborazioni e dell’interazione con gli organismi tedeschi, continuando a costruire così, con sempre maggiore solidità, le basi per essere Movimento nella società civile locale.
Il senso delle ACLI è quello di essere, all’interno di una società e della Chiesa tedesca, una delle ”isole d’identificazione” culturali e sociali e allo stesso tempo elemento propositivo nella società e nella Chiesa locale.

Il mezzo per crescere ed essere partecipe nella società
Le ACLI sono affiliate, fin dal loro nascere, alla KAB (il movimento cattolico dei lavoratori tedeschi) e di diritto sono parte della Presidenza. Le ACLI in Germania – nel loro insieme di Movimento e Servizi – sono considerate, anche dai cittadini tedeschi, come elemento fortemente educativo, di promozione e difesa dei diritti dell’emigrazione. Soggetto importante anche per le altre associazioni di stranieri con le quali collaborano per costruire una società multietnica e multiculturale. Nella realtà tedesca la Chiesa locale riconosce alle ACLI un ruolo importante ed anche l’associazionismo tedesco, in particolare quello cattolico come la KAB, considera le ACLI come una presenza essenziale per quella capacità di essere “ponte” tra la realtà emigrata e la società di accoglienza. Agli associati viene dunque proposto un Movimento che fa della formazione sociale, religiosa e politica il mezzo per ”crescere” ed essere partecipe nella società.

Il sistema ACLI trova nei valori del Vangelo, della democrazia, del lavoro la sua ragione di essere.

 

Nächstes Online-Event: 10.05.2021, 17:30 h

Kontakt

Tel. +49 711 97914821
E-Mail info@acli-bw.de

Druckversion Druckversion | Sitemap
© ACLI Baden-Württemberg 2021